Diario di installazione al Rifugio Città di Fiume

Dal Rifugio Città di Fiume il panorama spazia sulle principali cime Dolomitiche: a sud l'imponente parete nord del Pelmo, verso sudovest il Civetta e verso ovest la Marmolada e il Piz Boè. Un posto perfetto per posizionare delle webcam ad alta risoluzione e godere del bellissimo paesaggio. Dopo una prima ricognizione in Maggio, l'installazione è fissata per il 2 di Giugno. Il primo giorno si presenta uggioso e capiamo subito che di lavoro all'aperto se ne farà poco. Installiamo velocemente la stazione meteo prima della pioggia per vedere i primi dati dal pluviometro e verificarne la calibrazione. La stazione è installata a 5 metri d'altezza sul palo della bandiera, soprannominato per gli affezionati "Palo Durona". La stazione è molto esposta alle correnti dai quadranti meridionali ed occidentali mentre a settentrione ed a oriente la Puina la copre dai forti venti di fohn. Nelle poche pause pomeridiane riusciamo a scavare la canalina per portare i 220V al palo ed improntare il lavoro per la giornata seguente. Nel scendere a valle un tramonto bellissimo ci saluta e ci regala un sorriso dopo tanta pioggia.

Il giorno seguente il tempo è migliorato anche se il sole gioca ancora a nascondino con le nuvole e con qualche rovescio di passaggio. Al mattino si procede spediti al montaggio delle webcam che vengono posizionate ad inquadrare i quattro punti cardinali. La prima webcam inquadra l'imponente parete nord del Pelmo, dalla Forca Rossa fino alle pendici occidentali del Pelmetto. La seconda inquadra tutta la Civetta dalla Moiazza fino a Cima Coldai, che è quasi nascosta dietro il pendio meridionale del Monte Crot, ed al centro nella parte bassa si può vedere il passo Staulanza. La terza webcam procede con l'inquadratura verso occidente, in sequenza da sinistra si vede parte del Fertazza, la Marmolada, il Bec de Mezdì e Cima Belvedere, il Piz Boè e quasi in primo piano dietro ai larici si intravede il monte Corvo che domina l'altopiano di Mondeval. L'ultima webcam è puntata verso il Rifugio Città di Fiume con il Col de la Puina sullo sfondo.

Sul tardo pomeriggio i lavori si concludono ed ha inizio lo spettacolo. Nelle prime settimane si ha qualche problema a causa del router difettoso, ma ben presto il sistema inizia ad immortalare una serie di paesaggi spettacolari, come solo le Dolomiti sanno offrire. Di seguito altre foto dell'installazione al Rifugio Città di Fiume.

Il 17 Giugno si inaugura ufficialmente la stazione con la partecipazione di due associazioni di meteorologia: Meteo4 e SerenissimaMeteo. E' occasione di confronto e di festeggiamento per un avamposto meteo in uno dei posti più belli delle Dolomiti. Finalmente si potrà monitorare in tempo reale le condizioni meteo estreme che si registrano a queste quote. La conoscenza del clima in montagna è fondamentale per pianificare ed affrontare le escursioni in massima sicurezza.